venerdì 13 luglio 2012

Auguri papà....e buon primo mese blog



Oggi  é un giorno speciale...è il compleanno del mio papà ed è anche un mese esatto dall' apertura di questo blog.
Ho scelto di festeggiarlo così...con un piatto dedicato a mio padre ed alla sua passione per il pesce azzurro...ma anche con un piccolo omaggio a questo spazio che mi sta appassionando molto.

E allora ecco il Kebab di pesce azzurro e gazpacho.





Ingredienti (per 8 kebab piccoli) :


3 sgombri
2- 3 etti di sarde o alici
4 piadine o pane da kebab
cetrioli
yogourt greco
salsa worchestershire
tabasco
origano
2 pomodori
1/2 peperone
sedano
farina
aglio
origano
olio evo
sale


per il gazpacho:

1 pomodoro
1/2 peperone
basilico
sale



Eviscerate il pesce e togliete le spine. Infarinatelo dalla parte della pelle e fatelo cuocere in una padella con abbondante olio bollente, a fuoco sostenuto solo su quel lato, senza mai girarlo. Quando la pelle sarà croccante spegnete. Salate e lasciate freddare.
A parte tagliate i pomodori, i peperoni e il sedano a dadini, salate.
Lavorate lo yogourt greco con il tabasco, la salsa Worchestershire, il cetriolo grattato, origano, qualche pezzetto d'aglio e un filo d'olio evo.
Per il gazpacho frullate il peperone e il pomodoro con il basilico, un pizzico di sale e un po' di olio.
Scaldate in una padella le piade e poi componete con tutti gli ingredienti: l'insalatina, il pesce, la dadolata di sedano, pomodori e peperoni, la salsa di yogourt e richiudete arrotolando.
Adagiate su un letto di gazpacho e decorate con le verdure.


E per festeggiare anche il blog ho preparato una serie di crostatine.


Confettura di pesche e albicocche del mio albero.
Confettura di fragole e uva spina (stessa provenienza)


Ingredienti per la frolla:

500gr fi farina00
250 gr di burro
250 gr di zucchero
scorzetta di limone
2 uova intere
un pizzico di sale

Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio che farete riposare in frigo per un po'.
Stendete l'impsato in una teglia imburrata e mettete sopra gli ingredienti.
Infornate a 180° per 30 minuti.








Da bere....

Un giovane Chianti seduce con la sua forza una Duchessa, lei lo ammalia con l'eleganza ed insieme vanno poi a sposarsi, con un corredo al 50% mosto di vino e 50% mosto di birra in un fermento unico, creando un'alchimia indimenticabile. L'unione prosegue in bottiglia con l'aggiunta del liqueur de tirage che li rende spumeggianti. Dimorano in bottiglia insieme ai loro piccoli lieviti, che doneranno fragranza al loro matrimonio. Invecchiano insieme e poi il mago Birraio dona loro nuova vita con il rito magico della sboccatura, aggiungendo la pozione, il liqueur d'expedition, come da antica ricetta tramandata di generazione in generazione.

...per la descrizione ho usato il loro poetico e romantico modo di interpretare questo coraggioso esperimento...credo che renda bene l'idea.
 Temperatuta di servizio 10°.


E non potevano mancare i nontroppoclassici AUGURI...



Buon appetito...
e Auguri papà...

1 commento:

  1. il kebab mi ricorda qualcosa....
    (Emanuela)

    RispondiElimina